EB2, come già raccontato in altri articoli, adotta l’approccio al Generative Design unito all’analisi topologica per arrivare alla soluzione migliore nello sviluppo prodotto.

Partiamo dalla differenza tra Generative Design e Ottimizzazione Topologica: mentre nel primo caso il progettista ha il compito di selezionare i giusti vincoli e gli obiettivi di un progetto, in modo che poi l’esperienza e l’intelligenza artificiale collaborino sinergicamente per individuare la soluzione migliore, nel caso dell’ottimizzazione topologica invece si affronta l’analisi partendo da un approccio matematico finalizzato a ottimizzare la disposizione di un materiale all’interno di uno spazio di progettazione specifico per rimuovere le parti superflue da un prodotto per renderlo il più leggero possibile, riducendo al minimo l’utilizzo di materiale.

Sfruttando questi due approcci, in fase di consulenza e di ingegneria riusciamo a garantire un livello di innovazione e creatività più rapido, da una parte grazie alle soluzioni proposte dall’AI che supera i limiti della progettazione convenzionale, offrendo rapidamente soluzioni uniche e ottimizzate, a volte non immediatamente disponibili basandosi solo sulla progettazione “umana”.

Al risparmio di tempo si aggiunge l’ottimizzazione delle risorse sia nella progettazione che per il processo di produzione, con abbattimento di materie prime e costi di energia per la lavorazione.

Chiedere una consulenza ad EB2 significa poter ottenere soluzioni altamente personalizzate anche in tutti i settori dove i vincoli specifici sono fondamentali e vitali per ottenere un risultato soddisfacente.

Contattaci per saperne di più

Please follow and like us:
Pin Share

Leave a comment

LinkedIn
Share